In primo piano


testo alternativo

 

19 Dicembre 2014

testo alternativo

 

16 Dicembre 2014

testo alternativo

 

19 Dicembre 2014

DA QUEST'ANNO ANCHE I TERRENI AGRICOLI
PAGANO L'IMU

Ai sensi dell’art. 22, comma 2 del DL n. 66/2014, il decreto interministeriale 28/11/2014 fornisce le nuove indicazioni per la gestione del tributo per i terreni agricoli, coltivati o incolti.

La nuova normativa stabilisce criteri diversi sulla base dell’altitudine riportata nell’elenco dei comuni italiani predisposto dall’Istituto nazionale di statistica (ISTAT), visionabile all’indirizzo http://www.istat.it/it/archivio/6789 -voce "Elenco comuni italiani", in entrambe le tabelle allegate nella colonna "Altitudine del centro (metri)"-, ovvero:

  • altitudine sopra i 600 metri: terreni agricoli esenti;
  • altitudine compresa fra i 281 ed i 600 metri: imposta dovuta per tutti i terreni agricoli; esenti solo se di proprietà di coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali;
  • altitudine fino a 280 metri: imposta dovuta per tutti i terreni agricoli.

Tale individuazione dei terreni sostituisce quella effettuata in base alla circolare n. 9 del 14 giugno 1993, pubblicata sul supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 141 del 18 giugno 1993.

Il Comune di Bolano, con un’altitudine di 317 m, diventa oggetto di imposizione IMU a partire dall’anno 2014 per tutti i terreni agricoli ricompresi nel proprio territorio, siano essi coltivati o incolti; rimangono esenti solo se di proprietà di coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali.

Ai sensi dell’art. 13 comma 5 e comma 8 bis DL 201/2011 e ss. mm. ed ii., per i terreni agricoli oggetto d’imposta situati nel ns. Comune, il valore è costituito da quello ottenuto applicando all’ammontare del reddito dominicale risultante in catasto, vigente al 1° gennaio dell’anno di imposizione, rivalutato del 25 per cento ai sensi dell’art. 3, comma 51, della Legge 23 dicembre 1996, n. 662, un moltiplicatore pari a 135. Sul valore così ottenuto, dovrà applicarsi l’aliquota determinata ai sensi dell'art. 1 D.L. 16/12/2014 n. 185, ovvero per il nostro Comune, aliquota base pari al 7,9 per mille.
(REDDITO ANNUO + 25%) x 135 x 7,6 : 1000 = DOVUTO IMU ANNUO

Ai sensi dell’art. 3 del decreto interministeriale 28/11/2014 per l'anno 2014 e dell'art. 1 del D.L. 16/12/2014 n. 185, i soggetti passivi tenuti al pagamento dell'imposta municipale propria dovranno effettuare il versamento in un'unica rata entro il 26 Gennaio 2015.

Il versamento dell’imposta potrà essere effettuato mediante modello F24 presso le banche o gli uffici postali utilizzando il codice tributo 3914 oppure mediante versamento con apposito bollettino di conto corrente postale intestato a PAGAMENTO IMU sul CCP n. 1008857615. Dovrà essere indicato il codice catastale del comune di Bolano ovvero A932.

- decreto interministeriale 28/11/2014

- D.L. 16/12/2014 n. 185

testo alternativo